versione accessibile
Ricerca nel sito
Cerca
 Bioetica » Home Bioetica » Notizie » VIII Convegno Internazionale di Bioetica 

VIII Convegno Internazionale di Bioetica   versione testuale
Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie


Quando si cerca di stabilire chi sia disabile e cosa sia la disabilità, si rischia di rimanere disorientati, a causa della presenza di dati contrastanti. Infatti, da un lato le varie fonti – ad esempio, quelle afferenti all’ambito medico o a quello giuridico – sembrano presupporre che sia possibile individuare chi sia disabile, e forniscono una definizione (più o meno dettagliata) di cosa esse intendano con “disabilità” . D’altro canto, tuttavia, vi sono numerosi elementi che depongono in senso contrario, sia per quanto concerne l’elaborazione di una singola definizione di disabilità, sia con riferimento ad un’individuazione tendenzialmente certa di chi sia disabile. Proprio l’esistenza di varie di tipologie della stessa (tra le quali, invero, è spesso più facile indicare le differenze che non gli elementi di contatto) sembrerebbe impedire l’enucleazione di una nozione unitaria, se non in termini generalissimi e, per questo, forse poco utili ai fini pratici.
Il discorso sulla disabilità non può prescindere dal riferimento al corpo, in quanto quest’ultimo è la cifra caratterizzante dell’esperienza disabile, così come di quella umana in generale . È attraverso il corpo che sentiamo, desideriamo, agiamo, esprimiamo, creiamo, e per tale ragione sembra quasi pleonastico giustificare a priori la necessità di una riflessione su questo tema in quanto, in un certo qual modo, è la vita stessa ad imporci quotidianamente la nostra corporeità . È per il suo tramite, insomma, che siamo nel mondo e, come esseri incarnati e situati, ci relazioniamo con noi stessi, con gli altri e con gli oggetti. Si può dire, infatti, che siamo il nostro corpo, sebbene ciò non significhi che ci identifichiamo unicamente con esso, inteso nella sua dimensione esclusivamente biologica i lavori del Convegno vogliono richiamare l’attenzione sulla dimensione soprattutto umana del soggetto disabile

Sabato 22 Settembre 2018
Copyright Diocesi di Noto 2008 - Credits