versione accessibile
Ricerca nel sito
Cerca
 La diocesi » Vicariati e Parrocchie » Vicariato di Modica 

Vicariato di Modica   versione testuale

Vicario foraneo: Sac. Lorefice Corrado


Modica, dal XIII secolo circa e fino agli anni '30 del XX è stata la quarta città della Sicilia, economicamente e culturalmente vivace anche grazie alla presenza di enti d'istruzione ecclesiastici e laici che l'hanno resa un notevole centro di studi. I Carmelitani e i Domenicani vi stabilirono degli studia nel XIII e nel XIV secolo, i Francescani nel '500 (ma vi erano presenti da ben prima); fin quando i Gesuiti vi fondarono nel 1630 uno di quegli importanti collegi pubblici per cui divennero famosi. Il Collegio Gesuitico rilasciava Lauree in Teologia, in Materie Umanistiche (Filosofia, Retorica, Umane Lettere) e Arti Liberali (Fisica, Matematica) fino al 1767. Da una delibera inviata nel 1832 alla Commissione di Pubblica Istruzione di Palermo, in cui si chiedeva che si autorizzasse la riapertura delle cattedre di Leggi e di Medicina, abolite (con disposizione del 1775) nei Collegi per doversi studiare nelle Università, si deduce che fino al 1767 il Reale Collegio Gesuitico di Modica rilasciasse anche i Diplomi di esercizio in tutte le professioni libere, di Avvocati, Medici, Notari, ecc. che diventavano esecutivi col visto del Governatore della Contea. Dal 1812 al 1860 i Gesuiti tornarono ad insegnare le discipline che oggi si studiano nelle scuole secondarie superiori (diritto, zoologia, arti, scienze e lettere). L'Istituto Tecnico "Archimede" fu, nel 1866, una delle prime scuole secondarie superiori Statali ad essere fondate in Sicilia. Pochi anni dopo, nel 1875, il Ginnasio comunale circondariale (corrispondente alla attuale Scuola media inferiore), attivo fin dal 1862, fu trasformato in "Liceo Ginnasio" Comunale, divenuto infine nel 1878 "Regio Liceo Ginnasio" intitolato a Tommaso Campailla. Ancora nel 1889 l'istituto "Archimede" di Modica era l'unico Istituto Tecnico dell'intera provincia di Siracusa e il Liceo Classico "T. Campailla" contava più iscritti del Liceo "Gargallo" di Siracusa, fondato posteriormente. A tutt'oggi, l'istituto "Archimede" di Modica è l'istituzione scolastica con il più alto numero di iscritti dell'intera provincia di Ragusa.
Negli ultimi anni è nato a Modica un Corso di Laurea in Scienze del Governo e dell'Amministrazione della Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Catania. Il corso di laurea conta oggi un triennio, con circa mille iscritti, e una laurea specialistica in "Scienze delle Pubbliche Amministrazioni". La Facoltà di Economia e Commercio della stessa università ha attivato un Corso di Laurea in "Economia Aziendale". Infine, l'Università di Messina gestisce e coordina, dal 1989, un Corso di Laurea in Scienze Sociali, subentrando all'iniziativa privata del gesuita P. Salvatore Scimè, che aveva fondato, nel 1969, una "Scuola Superiore di Servizio Sociale", attiva nel ventennio precedente. Nel 1.600 e nel 1.900, inoltre, nacquero a Modica due importanti filosofi: Tommaso Campailla e Carmelo Ottaviano. Modicani si sono distinti nel campo della medicina, del diritto, della letteratura, della storiografia e dell'arte. Inoltre Modica ha dato i natali al poeta e Premio Nobel per la Letteratura nel 1959, Salvatore Quasimodo.
Provincia:
Ragusa
Altitudine:
296 m s.l.m.
Superficie:
290,77 km²
Abitanti:
54005
31-03-07
Densità:
185,73 ab./km²
Frazioni:
Frigintini, Marina di Modica 
Comuni contigui:
Buscemi, Palazzolo Acreide, Rosolini, Noto (SR), Ragusa, Giarratana, Ispica, Scicli, Pozzallo (RG)
CAP:
97015
Nome abitanti:
modicani 
Santo patrono:
San Giorgio, San Pietro 
Giorno festivo:
23 aprile, 29 giugno 

Copyright Diocesi di Noto 2008 - Credits