versione accessibile
Ricerca nel sito
Cerca
 Rubriche » Notizie » Nuova pubblicazione per il nostro Vescovo: Oikos 

Nuova pubblicazione per il nostro Vescovo: Oikos   versione testuale
Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie


Già da qualche giorno l’editrice Santocono ha terminato di confezionare l’ultimo volume della collana “Teologia per tutti”, il quinto, a firma del nostro Vescovo.
Mons. Staglianò in “Oikos” - questo il titolo del suddetto - affronta in termini cristiani la questione ambientale e l’emergenza ecologica, di pari passo con la “Laudato sii” di Francesco.
“L’umanità di Gesù - dice Staglianò - è il modello che porterebbe gli uomini a vivere nella pace, nella giustizia, nella fraternità e questo comporterebbe un rispetto maggiore per la terra, per l’ambiente, per la natura, poiché il legame ambiente-terra-cosmo e uomo è indelebile, perché fondante, originario”.
Il fondamento dell’emergenza ambientale è l’uomo: “quando la relazione umana si frantuma, la prima a farne le spese è Gaia”. Ritorna il termine “pop”, questa volta legato alla Cristologia. “Una pop-Cristology, investigando su cosa si dice di Gesù nelle canzoni, nei films o nell’arte, potrebbe meglio evidenziare che cosa si dice dell’uomo, fatto a ‘immagine e somiglianza di Dio’, proprio in Gesù che è da sempre - teologicamente - l’imago Dei. In molte canzoni ad esempio - continua il presule - emerge il bisogno di riscoprire il senso dell’umanità, la bellezza dell’essere umano, nell’amore, nella pace, nella solidarietà”.
Nella dedica, l’autore cita Nietzsche: “Coloro che furono visti danzare vennero giudicati pazzi da coloro che non potevano sentire la musica”. Un invito “a quanti sentono la musica dell’universo in evoluzione e condividono la danza dello Spirito all’Origine, il quale ‘ballava’ sulle acque e creava il mondo in tutte le sue bellissime manifestazioni”. Un libro dunque da aggiungere alla personale wish-list, al fine di attingere significati moderni a questioni decisamente attuali.
 

Martedì 3 Ottobre 2017Andrea Pitrolo
Copyright Diocesi di Noto 2008 - Credits