DIOCESI di NOTO - Rubriche
A San Cataldo il Vescovo ricorda Mons. Cataldo Naro


 Lo scorso 29 settembre a San Cataldo (CL), Festa dei Ss. Angeli Michele Gabriele e Raffaele, Mons. Staglianò ha presieduto la solenne Celebrazione eucaristica nell’anniversario di nascita al cielo di S.E. Mons. Cataldo Naro, già vescovo di Monreale.
Mons. Naro, scomparso 11 anni fa ad appena 54 anni, era legato da forti vincoli di amicizia al nostro Vescovo, insieme hanno lavorato per oltre dieci anni come consulenti scelti al Progetto Culturale della Chiesa italiana.
Durante l’omelia - alla presenza della mamma del defunto vescovo e del fratello, don Massimo - il Vescovo ha ricordato la lungimirante figura cristiana di Mons. Naro. Simili circostanze - una commemorazione, un ricordo - ci portano a riflettere sul perché della morte. La riflessione cristiana sulla morte, oggi più che mai, deve andare oltre il consolatorio e “convenzionale” credere che sia Dio a determinare la scomparsa degli uomini. Per il cristiano non è Dio a togliere la vita agli uomini: Dio è il Dio della vita, non della morte!
La consolazione cristiana deve invece portare a vivere e a far vivere anche dopo la morte i nostri fratelli defunti. Ogni qual volta nel nome di un nostro fratello defunto noi sapremo creare un’occasione per la nostra crescita spirituale, umana e cristiana, lì avverrà la vera resurrezione.
Dopo la benedizione, i presenti si sono spostati sulla tomba del defunto vescovo per continuare a pregare l’intercessione di un pastore e servo di Dio sulla terra, che continua adesso dalla Città celeste il suo apostolato.
 

Andrea Pitrolo

Ultimo aggiornamento di questa pagina: 30-SET-17
 

Diocesi di Noto - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed