Archivi della categoria: notizie

Mons. Staglianò al V Convegno delle Chiese di Calabria

Si è concluso il 10 Ottobre il V Convegno delle chiese di Calabria. Ad aprire il convegno mercoledì 7 ci ha pensato il cardinale Camillo Ruini, presidente del Comitato per il progetto culturale della Cei. La quattro giorni ecclesiale si è svolta nell’affascinante cornice di Le Castella. Il tema principale dell’evento è stato “Comunione è speranza. Il dono e gli impegni delle Chiese calabresi per testimoniare il Risorto nel nostro tempo”. A fare gli onori di casa è stato il nostro vescovo, Monsignor Antonio Staglianò, nativo di Isola Capo Rizzuto ed ex parroco di Le Castella: “Tutta l’esistenza della Chiesa – esordisce Staglianò – è plasmata dalla comunione e nella verità della comunione si gioca moltissimo, se non tutto, della credibilità della Chiesa.

Il 20 ottobre XXV di sacerdozio del nostro Vescovo

La consulta delle aggregazioni laicali in occasione dell’anno sacerdotale indetto da Papa, organizza un Convegno per riflettere sul sacerdozio nella felice ricorrenza del XXV anniversario sacerdotale di S.E. Mons. Antonio Staglianò. Il convegno avrà come tema: “Sacerdozio comune e sacerdozio ministeriale”. Il programma si articolerà in tre sere a partire dal 18 ottobre. Si concluderà il 20 alle ore 18 con la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal nostro vescovo nella chiesa cattedrale di Noto, l’omelia è stata affidata a Mons. Giuseppe Agostino (Vescovo emerito di Cosenza-Bisignano), sarà lui uno dei relatori del convegno insieme al prof. Giuseppe Savagnone docente di filosofia a Palermo. L’evento è un momento di crescita e di vera ricchezza spirituale e culturale per tutti e anche l’occasione per…

E’ terminato il 30 Settembre il Convegno Pastorale Diocesano

Si è concluso a Noto in Cattedrale il Convegno Diocesano Teologico Pastorale celebrato dal 28 al 30 settembre voluto dal Vescovo di Noto Mons. A. Staglianò. Il convegno è stato moderato da d. Ignazio Petriglieri. Il tema affrontato è stato: “Caritas quaerens veritatem”. Sono stati diversi i relatori che si sono alternati nei tre giorni. E’ stata davvero numerosa la partecipazione del clero diocesano e dei fedeli laici che sono ritornati alle loro rispettive parrocchie con nuovo entusiasmo e con la gioia di testimoniare a tutti la carità di Cristo. Nella sezione DOCUMENTI trovate già in buona parte gli ATTI del Convegno che sono gratuitamente scaricabili nel formato pdf.

Monastero di Paganica. Testimonianza delle Clarisse

Ormai sapete delle conseguenze disastrose del terribile terremoto del 6 aprile per Paganica, L’Aquila e numerosi territori dell’Abruzzo. Il nostro Monastero ha subito il crollo del tetto e di altre parti, compresa la Chiesa, rendendo il tutto completamente inagibile. In un istante siamo state spogliate di tutto, ma il dolore più grande è la perdita della nostra amata Madre Maria Gemma Antonucci, nostra colonna e sostegno.

Gemellaggio con la Diocesi dell’Aquila

Dopo il terremoto in Abruzzo abbiamo subito espresso la nostra solidarietà con la preghiera e l’aiuto concreto (sono stati raccolti 45.000 euro, inviate alla Caritas italiana per i progetti di cui avremo informazioni man mano che si realizzeranno). Fin dall’inizio, però, era chiaro che non ci saremmo potuti fermare alle prime emozioni. La Caritas ha avviato dei gemellaggi tra regioni d’Italia e zone dell’Aquila richiamando i passi del Signore che si avvicinò ai discepoli di Emmaus aiutandoli a trasformare il loro dolore e chiarendo l’intenzione di fondo di stare “con la gente”.

Dal 26 luglio al 9 agosto Caritas e AC tra i terremotati in Abruzzo

Più di ventiseimila sfollati, la maggior parte nelle tende con sbalzi enormi di temperatura tra il giorno e la notte in un territorio dove le piogge sono continue, con una vita che trascorre senza molte persone e tutti i luoghi cari, ammassati gli uni accanto agli altri con i problemi di convivenza che si moltiplicano: questa è L’Aquila oggi. La realtà raccontata da chi in questi mesi è andato per condividere è diversa dalle immagini televisive e molto distante dagli annunci della pronta ricostruzione.Certo, non c’è solo questo: c’è anche la forza d’animo e la fede della gente, la voglia di ricominciare, la dedizione di tanti volontari. E c’è un modo di essere accanto come quello scelto dalle Caritas: condividendo la vita della gente che vive in tenda attraverso piccoli gruppi che si stanno alternando in questi mesi nelle varie zone de L’Aquila. Ritrovando nella preghiera l’orizzonte della speranza e il senso di una presenza che vorrebbe essere piccolo riflesso dell’amore del Signore.

Una preghiera poetica del Vescovo su Maria Scala del Paradiso

Mentre ci prepariamo il 3 agosto a celebrare la Solennità di Maria Scala del Paradiso presso il Santuario diocesano, il nostro Vescovo ha composto una poesia su Maria Scala del Paradiso. Il Vescovo ha dichiarato che “è giusto che la nostra patrona venga venerata in “tutta” la Diocesi” ed è per la devozione popolare che deve servire il componimento di questi versi poetici e mistici di Mons. Staglianò. Nella autentica devozione si coglie anzitutto la coscienza filiale con la quale il credente di Noto si rapporta a Maria, Scala del Paradiso, affinché nel suo volto veda le grazie da chiedere, – dice il Vescovo – senza vergognarsi di farlo. Attraverso questa preghiera poetica – auspica il Vescovo – si possa arrivare all’ammirazione di Maria…

Tre nuovi sacerdoti per la Chiesa di Noto

Il 29 giugno sono stati ordinati tre nuovi presbiteri per la chiesa netina, sono le prime ordinazioni presbiterali di Mons. Staglianò proprio nella significativa Solennità dei Santi Pietro e Paolo. La concelebrazione eucaristica è stata presieduta dal nostro Vescovo alle ore 19,00 nella Chiesa Cattedrale, con lui hanno concelebrato i due vescovi emeriti Mons. Malandrino e Mons. Nicolosi con una numerosa presenza del clero diocesano. Tutti e tre i presbiteri nei giorni succesivi all’ordinazione sacerdotale presiederanno per la prima volta l’eucarestia nelle rispettive parrocchie d’origine.

Celebrata a Modica la Giornata mondiale del rifugiato

Anche la nostra diocesi quest’anno sta celebrando la Giornata mondiale del rifugiato, che si tiene in tutto il mondo il 20 giugno. Lo sta facendo con due momenti significativi. Anzitutto martedì 16 c’è stato un Convegno promosso dalla Caritas diocesana presso il salone di San Luca a Modica per ripartire dalle storie e dai volti. Evitando di tutto generalizzare, purificando il linguaggio. Non esistono extracomunitari o clandestini. Esistono eventualmente immigrati regolari e non regolari, definendosi questa situazione a partire dalle leggi vigenti. Ma prima ancora esistono donne e uomini, esistono bambini (parte dei quali nati in Italia). Esistono anche dati precisi: come ha ricordato…

Il nostro Vescovo ha compiuto 50 anni. Auguri!

Il 14 giugno Mons. Staglianò ha compiuto 50 anni e numerosi sono stati coloro che hanno mostrato in diversi modi la stima e l’affetto per il proprio pastore formulandogli i tanti auguri che gli sono arrivati per via mail, sms, etc. Il Vescovo intende ringraziare tutti con un suo personale pensiero che vi riportiamo: grazie per gli auguri. Il tempo passa e si consuma, ma l’Eterno si avvicina e ci coccola con le sue promesse di gioia e di felicità definitive. Noi passiamo nel tempo per poter essere, alla fine del passaggio, sempre vivi e pienamente gioiosi in Dio , nel suo Paradiso. In Gesù ormai il tempo non ha più scampo: l’Eterno lo ha incontrato e lo riempie per sempre, nel sempre. Inoltre Gesù è risorto, cioè la sua Pasqua…